Mobilità Sostenibile, Tecnica e Bellezza

Ora è più facile guidare il cambiamento

Mobilita Sost Quadr

(Di Emilio Brotini)

Stiamo vivendo nell’epoca dei grandi cambiamenti climatici, dove ormai il nostro pianeta vive una situazione di oblio continuo, caratterizzato dall’ aumento del riscaldamento globale e una politica poco attenta a quel rischio che potremmo pagare tra molti meno anni i quali noi ci immaginiamo possano trascorrere.

Il gruppo Volkswagen, sta cercando di invertire questo trend.

 

Le incognite sul mondo dell’elettrico sono ancora molte, ma la cosa certa, è che questo processo di modernizzazione e diffusione della guida Smart inizia ad avere un certo successo, dove le persone sono curiose di scoprire questo mondo che sembra essere distante anni luce, ma al quale dovremmo abituarci e conviverci. Dopo questa affermazione, potremmo intuire un ‘’sostituire il motore a scoppio con la batteria elettrica è un’ipotesi imminente’’, ecco questo non è ancora applicabile, ed è attualmente classificabile come utopia, ma i modelli totalmente elettrici del gruppo tedesco iniziano a crescere di numero, come la nuova Volkswagen ID.3, Audi con la e-tron e Skoda che è pronta a consegnare anche lei il primo modello full-electric con la Enyaq IV ( possiede le dimensioni di una Kodiaq ).

 

Ora soffermiamoci sul più grande quesito che riguarda il ‘’mondo delle batterie’’, cioè la ricarica. E’ probabilmente l’ostacolo più grande che non convince un futuro green driver, probabilmente per il tempo che richiede una ricarica completa, e che Volkswagen cerca di minimizzare con un’importante collaborazione con Waze, dove i possessori di una vettura elettrica possono pianificare il loro viaggio grazie a questa app, la quale calcola tramite il percorso scelto tutte le tappe da eseguire per gestire la batteria e l’autonomia di essa. Un grande passo in avanti per questo tipo di vetture, ancora più intelligenti, ancora più sommerse in questo oserei definire eco-mood, dove l’unico comune denominatore è la salvaguardia dell’ambiente.

Ecco, chiudendo il capitolo riguardante la parte filosofica di queste vetture, ne vorrei aprire uno dedicato esclusivamente alla parte tecnica e al design. 

 

La prima auto elettrica risale al 1884, dove un ingegnere elettrico inglese, Thomas Parker, applicò le sue batterie ad alta prestazione per dare movimento ad un’ auto, raggiungendo la sorprendente velocità di 32 Km/h, che all’epoca poteva essere considerato un risultato strabiliante.

 

136 anni dopo, come coppia e come accelerazione da 0-100, alcune auto elettriche superano marchi che producono supercar, dato che la coppia è veramente istantanea e ti da una sensazione di attaccamento al sedile da lasciare senza fiato, il tutto condito da un silenzio assoluto, ascoltando solamente il rumore delle ruote che segnano l’asfalto.

Esempio lampante è la nuova Audi e-tron S ( disponibile anche in versione Sportback ), con ben 3 motori elettrici che sommati contano ben 503 cv e uno 0-100 in 4,5 secondi, niente male per un suv delle dimensioni di un Q8. 

 

Ulteriore nota degna di essere sottolineata è il design e la tecnologia di queste vetture, ormai sempre più avveniristiche e high-tech, con sistemi di riconoscimento da parte dei fanali come sulla ID.3, che con un gioco di luci ti salutano come per darti il benvenuto, o i ‘’finti specchietti laterali’’ della e-tron, che proiettano il posteriore della vettura su due piccoli schermi posti accanto la maniglia della portiera. Tutti particolari che rendono smart queste auto e rendono il viaggio comodo, sicuro e rilassante. 

 

Ottimo lavoro è stato fatto da Skoda con la Enyaq IV, un suv dalle forme accattivanti e con lo spirito avanguardistico che una vettura elettrica deve possedere obbligatoriamente, e che Enyaq prontamente possiede. La particolarità che però più mi sorprende è la varietà degli allestimenti interni configurabili: Studio ( più minimale e pulito ), Suite ( un tocco di lusso e comfort ), Eco-Suite ( sostenibile ed elegante ), Lounge ( colorato e moderno ), Loft ( accogliente e moderno ) e per ultimo Lodge ( innovativo e naturale ). Tante versioni e tante combinazioni per quest’auto, acquistabile tramite un pre-booking in concessionaria.

 

Con queste macchine, Audi, Volkswagen e Skoda veicolano un messaggio di fondamentale importanza, il quale spiega che unire design e sostenibilità è un concetto che caratterizzerà le future vetture del gruppo, con un occhio al green, ma un altro sempre ben indirizzato alla qualità, al design e all’estetica. Provare per credere.

Richiesta Informazioni

L'interessato, in relazione all’Informativa Privacy ex art. 13 Reg. (UE) 2016/679: